L’Haiku della settimana

L’Haiku della settimana

Gli haiku 俳句 sono brevi componimenti poetici nati in Giappone nel diciassettesimo secolo. Sono caratterizzati da una struttura in 3 versi e rappresentano l’essenza della cultura giapponese. Con pochi termini esprimono concetti profondi, emozioni e sensazioni evocate dal momento che si descrive.

In collaborazione con Piedi Nudi Associazione di Promozione Sociale, ogni domenica vi proponiamo un haiku dedicato alla stagione in corso o a temi attuali.
Buona lettura!


Domenica 25 luglio 2021

Autore: Yosa Buson 与謝蕪村 (1716-1784)


candidamente sta
sulla bianca peonia
una formica di montagna


山蟻の
あからさまなり
白牡丹


yamaari no
akarasamanari
hakubotan


Domenica 18 luglio 2021

Autore: Yosa Buson 与謝蕪村 (1716-1784)


luna d’estate:
perduto nell’erba lo sguardo
del guardiano del tempio


堂守の
小草ながめつ
夏の月


doumori no
ogusa nagametsu
natsu no tsuki


Immagine: Tsuchiya Koitsu – “Summer Moon at Miyajima”

Domenica 11 luglio 2021

Autore: Masaoka Shiki 正岡子規 (1867-1902)


Due monete in offerta
e in prestito la frescura
della veranda del tempio


二文投げて
寺の縁借る
凉みかな


Nimon nagete
tera no en karu
suzumi kana


Domenica 4 luglio 2021

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


In questo mondo,
frenesia anche nella vita
della farfalla


世の中や
蝶の暮らしも
忙しき


Yo no naka ya
chō no kurashi mo
isogashiki


Domenica 27 giugno 2021

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


Si sveglia
e sbadiglia, il gatto;
poi, l’amore


寝て起きて
大あくびして
猫の恋


Nete okite
ooakubi shite
neko no koi


Domenica 20 giugno 2021

Questa domenica vi proponiamo un componimento waka 和歌 (poesia giapponese) scritto da Musashi Miyamoto, il più celebre spadaccino giapponese.


Autore: Musashi Miyamoto 宮本武藏 (1584 – 1645) 


Sotto la spada brandita, si estende l’inferno.
Ma se avanzi di un passo, troverai il paradiso.


振りかざす太刀の下こそ地獄なれ
一と足すすめ先は極楽


Furi kazasu tachi no shita koso jigoku nare
ichi to ashi susume saki wa gokuraku

Immagine tratta dal manga “Vagabond” バガボンド di Takehiko Inoue 井上雄彦

Domenica 13 giugno 2021

Autore: Yosa Buson 与謝蕪村 (1716-1784)


Mare di primavera,
ora sale, ora scende…
per tutto il giorno


春の海
終日のたり
のたりかな


Haru no umi
hinemosu notari
notari kana


Domenica 6 giugno 2021

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


Di rara bellezza, un aquilone
si solleva verso il cielo
sopra la baracca di un mendicante


美しき
凧あがりけり
乞食小屋


Utsukushiki
tako agari keri
kojiki-goya


Domenica 30 maggio 2021

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


Perle di rugiada:
in ognuna vedo
il mio villaggio


露の玉
ひとつひとつに
故郷あり


Tsuyu no tama
hitotsu hitostu ni
furusato ari


Domenica 23 maggio 2021

Autore: Masaoka Shiki 正岡子規 (1867-1902)


Sulla spiaggia sabbiosa,
impronte: lungo
è il giorno di primavera


砂濱に
足跡長き
春日かな


Sunahama ni
ashiato nagaki
haruhi kana


Domenica 16 maggio 2021

Autore: Masaoka Shiki 正岡子規 (1867-1902)


Villaggio di pescatori:
al chiaro di luna si balla
nel profumo del pesce crudo


なまぐさき
漁村の月の
踊りかな


Namagusaki
gyoson no tsuki no
odori kana


Domenica 9 maggio 2021

Autore: Yasuhara Teishitsu 安原貞室 (1610-1673)


Oh! Dinanzi ai ciliegi in fiore
del monte Yoshino
nulla di più


これはこれは
とばかり花の
吉野山


Kore wa kore wa
to bakari hana no
Yoshino yama


Domenica 2 maggio 2021

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Ai piedi dell’albero
sulla zuppa e sul namasu
petali di ciliegio


木のもとに
汁も膾も
桜かな


Ki no moto ni
shiru mo namasu mo
sakura kana


Nota: il namasu è un piatto a base di pesce e verdure sotto aceto

Domenica 25 aprile 2021

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


Mondo di sofferenza:
eppure i ciliegi
sono in fiore


苦の娑婆や
桜が咲けば
咲いたとて


Ku no shaba ya
sakura ga sakeba
saita tote


Domenica 18 aprile 2021

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Sul sentiero di montagna
scorgo un non so che di grazioso,
un fior di violetta


山路来て
何やらゆかし
すみれ草


Yamaji kite
naniyara yukashi
sumire gusa


Domenica 11 aprile 2021

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Nuvole di fiori:
il suono della campana arriva
da Ueno o da Asakusa


花の雲
鐘は上野か
浅草か


Hana no kumo
kane wa Ueno ka
Asakusa ka



Nota: Ueno 上野 e Asakusa 浅草 sono due quartieri di Tokyo e distano 2 km circa

Domenica 4 aprile 2021

Autore: Hino Sojo 日野 草城 (1901-1956)


Chiudendo gli occhi
in un antico amore
mi riscaldo


目を閉じて
昔の恋に
あたたまる


Me o tojite
mukashi no koi ni
atatamaru


Domenica 28 marzo 2021

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


stanchezza:
entrando in una locanda,
i glicini


草臥れて
宿かるころや
藤の花


kutabirete
yadokaru koro ya
fuji no hana



Domenica 21 marzo 2021

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Tra fiori di pesco
che sbocciano ovunque
il primo fior di ciliegio


咲きみだす
桃の中より
初桜


Saki midasu
momo no naka yori
hatsu-zakura



Domenica 14 marzo 2021

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


bellezza:
in un buco negli shoji
scorre il fiume celeste


うつくしや
障子の穴の
天の川


utsukushi ya
shoji no ana no
Amanogawa


Nota: Gli “shoji” sono i pannelli scorrevoli tradizionali giapponesi, mentre il termine Amanogawa, che letteralmente significa “fiume celeste”, indica la Via Lattea

Domenica 7 marzo 2021

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


Che bello il cielo
dopo un nitido canto
di allodola


うつくしや
雲雀の鳴し
迹の空


Utsukushiya
hibari no nakishi
ato no sora


Domenica 28 Febbraio 2021

Autore: Uejima Onitsura 上島鬼貫 (1661-1738)


Un usignolo
posa sulle fronde del pruno
– da tempi antichissimi


うぐひすや
梅にとまるは
昔から


Uguisu ya
ume ni tomaru wa
mukashi kara


Domenica 21 Febbraio 2021

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Nobiltà di colui
che non deduce dai lampi
la vanità delle cose


稲妻に
悟らぬ人の
貴さよ


Inazuma ni
satoranu hito no
tattosa yo


Domenica 14 Febbraio 2021

Autore: Yamaguchi Seishi 山口誓 (1901-1994)


Arrivato al mare
il gelido vento dell’inverno
non può più far ritorno


海に出て
木枯らし帰る
ところなし


Umi ni dete
kogarashi kaeru
tokoro nashi


Domenica 7 Febbraio 2021

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Lacrime di venerazione
tingono le foglie
rosse che cadono


尊がる涙や
染めて
散る紅葉 


Toutogaru namida ya
somete
chiru momiji



Domenica 31 Gennaio 2021

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Antico stagno!
La rana vi si tuffa
Il suono dell’acqua.


古池や
蛙飛びこむ
水の音


Furu ike ya
kawazu tobikomu
mizu no oto


A chi volesse approfondire il significato di questo famosissimo haiku di Basho consigliamo di visitare la pagina: https://vivereperhaiku.com/…/esempio-di-analisi…/


Domenica 24 Gennaio 2021

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Languore d’inverno:
nel mondo di un solo colore
il suono del vento


冬枯れや
世は一色に
風の音


Fuyu-gare ya
yo wa hitoiro ni
kaze no oto


作品: 嵐酔水墨画書道教室

Domenica 17 Gennaio 2021

Autore: Naitō Jōsō 内藤 丈草 (1662 – 1704)


Fredda più della neve
è sui capelli bianchi
in inverno la luna


雪よりも
寒し白髪に
冬の月


Yuki yori mo
samushi shiraga ni
fuyu no tsuki


日比谷の月 “Luna su Hibiya”
di Tsuchiya Koitsu 土屋光逸 (1870 – 1949)

Domenica 10 Gennaio 2021

Autore: Nakamura Kusatao 中村 草田男 (1901-1983)


cose senza memoria
neve fresca
e uno scoiattolo che salta


記憶を持たざるもの
新雪と
跳ぶ栗鼠と


kioku o motazaru mono
shinsetsu to
tobu risu to



Domenica 3 Gennaio 2021

Autore: Masaoka Shiki 正岡子規 (1867-1902)


Capodanno:
tra cielo e terra
inizio d’armonia

元日を
天地和合の
はじめかな

Ganjitsu wo
tenchi wagou no
hajime kana



Domenica 27 Dicembre 2020

Autore: Ikenishi Gonsui 池西言水 (1650-1722)


C’è una meta
per il vento dell’inverno:
il rumore del mare


木枯らしの
果てはありけり
海の音


kogarashi no
hate wa arikeri
umi no oto



Domenica 20 Dicembre 2020

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


calma, lumaca:
tu scalalo, il Fuji,
ma senza affrettarti

かたつむり
そろそろ登れ
富士の山


katatsumuri
sorosoro nobore
Fuji no yama



Domenica 13 Dicembre 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


le nubi di tanto in tanto
ci danno riposo
mentre guardiamo la luna


雲おりおり
人を休める
月見かな


kumo ori ori
hito wo yasumeru
tsukimi kana



作品: 嵐酔水墨画書道教室


Domenica 6 Dicembre 2020

Autore: Masaoka Shiki 正岡子規 (1867-1902)


vento d’autunno:
viviamo, e ci guardiamo l’un l’altra,
tu ed io


秋風や
生きてあひ見る
汝と我


akikaze ya
ikite ahimiru [aimiru]
nare to ware



Domenica 29 Novembre 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


il profumo dell’orchidea
penetra come incenso
le ali di una farfalla


蘭の香や
蝶の翅に
薫物す


ran no ka ya
cho no tsubasa ni
takimono su


Domenica 22 Novembre 2020

Autore: Yosa Buson 与謝蕪村 (1716-1784)


caduto il fiore
resiste l’immagine 
della peonia


散りてのち
面影に立つ
牡丹かな


chirite nochi
omokage ni tatsu
botan kana


Domenica 15 Novembre 2020

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


in questo mondo
camminiamo sopra l’inferno
contemplando i fiori


世の中は
地獄の上の
花見かな


yo no naka wa
jigoku no ue no
hanami kana


Domenica 8 Novembre 2020

Autore: Yosa Buson 与謝蕪村 (1716-1784)


si oscura la montagna,
e ruba il rosso
alle foglie d’autunno


山暮れて
紅葉の朱を
うばひけり


yama kurete
momiji no ake wo
ubai keri 


Domenica 1 Novembre 2020

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


il pino che ho piantato
ora com’è invecchiato –
sera d’autunno


我植し
松も老けり
秋の暮


waga ueshi
matsu mo oikeri
aki no kure


Domenica 25 Ottobre 2020

Autore: Takahama Kyoshi 高滨虚子 (1874-1959)


vento d’autunno
nei miei occhi
tutto è haiku


 秋風や
眼中のもの
皆俳句


akikaze ya
ganchuu no mono
mina haiku



Domenica 18 Ottobre 2020

Autore: Taneda Santouka 種田山頭火 (1882-1940)


la gioia di oggi
montagna dopo montagna
il colore di alberi giovani


けふの喜びは
山また山の
芽ぶく色


kyou no yorokobi wa
yama mata yama no
mebuku iro



Domenica 11 Ottobre 2020

Autore: Masaoka Shiki 正岡子規 (1867-1902)


Nel mio andarmene,
nel tuo restare –
due autunni


行く我に
とどまる汝に
秋二つ


Yuku ware ni
todomaru nare ni
aki futatsu



Domenica 4 Ottobre 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Da Est a Ovest
la stessa malinconia:
vento d’autunno


東西
あはれさひとつ
秋の風


Higashi nishi
awaresa hitotsu
aki no kaze



Domenica 27 Settembre 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Cime di alberi –
nella luce della luna
trattengono la pioggia


月はやし
梢は雨を
持ながら 


Tsuki hayashi
kozue wa ame o
mochinagara



Domenica 20 Settembre 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Inizio d’autunno:
nel mare e nei campi
un verde solo


初秋や
海も青田も
一みどり


Hatsuaki ya
umi mo aota mo
hito midori



Domenica 13 Settembre 2020

Autrice: Sugita Hisajo 杉田久女 (1890-1946)


Cadono i frutti
se mi siedo sulla pietra
vedo le nubi che vanno e vengono


木の実降る
石に座れば
雲去来


Ki no mi furu
ishi ni suwareba
kumo kyorai




Domenica 6 Settembre 2020

Autrice: Sugita Hisajo 杉田久女 (1890-1946)


Incontrarsi è bello
non incontrarsi è brutto
pioggia sulle foglie nuove


逢うもよし
逢わぬもをかし
若葉雨


Au mo yoshi
awanu mo o kashi
wakabasame




Domenica 30 Agosto 2020

Autrice: Sugita Hisajo 杉田久女 (1890-1946)


Visi pieni di gioia
l’aspetto di chi
è vicino alle peonie


笑みをふくんで
牡丹によせし
面輪かな


Emi wo fukunde
botan ni yoseshi
omowa kana


Domenica 23 Agosto 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Porterò a Edo in dono
il vento del Fuji
nel mio ventaglio


富士の風や
扇にのせて
江戸土産


Fuji no kaze ya
ougi ni nosete
Edo miyage


Domenica 16 Agosto 2020

Autore: Soshu Takaya 高屋窓秋 (1910-1999)


Per un istante
la tristezza del mare –
stella cadente


一瞬の
海の悲しみ
流れ星


Isshun no
umi no kanashimi
nagareboshi



Domenica 9 Agosto 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Vista di giorno
la nuca della lucciola
è rossa


昼見れば
首筋赤き
蛍かな


Hiru mireba
kubisuji akaki
hotaru kana


Domenica 2 Agosto 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Si spegne l’eco della campana
persiste il profumo dei fiori:
è sera!


鐘消えて
花の香は撞く
夕哉 


Kane kiete
hana no ka wa tsuku
yube kana



Domenica 26 Luglio 2020

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


Che bellezza:
nemmeno una nuvola
nel cielo di mezza estate


うつくしや
雲一つなき
土用空


Utsukushi ya
kumo hitotsu naki
doyo-zora 



Domenica 19 Luglio 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Silenzio:
penetra nella roccia
il canto delle cicale


閑さや
岩にしみ入る
蝉の声


Shizukasa ya
iwa ni shimi iru
semi no koe



Domenica 12 Luglio 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Tracce d’un sogno
di guerrieri
nell’erba d’estate


夏草や
兵どもが
夢の跡 


Natsukusa ya
tsuwamono domo ga
yume no ato



Domenica 5 Luglio 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Mare in burrasca
e sopra l’isola di Sado
la Via Lattea


荒海や
佐渡によこたふ
天の河


Araumi ya
Sado ni yokotahu [yokotau]
Amanogawa



Domenica 28 Giugno 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Tempio di Suma – Ascolto
un flauto che nessuno suona
nel bosco scuro d’ombre


須磨寺や
吹かぬ笛聞く
木下闇


Sumadera ya
fukanu fue kiku
koshita yami



L’illustrazione è realizzata dall’artista e illustratrice Niloufar Bahramiyan


Domenica 21 Giugno 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)


Stagione delle piogge:
i miei capelli di nuovo
intorno al pallido viso


髪生えて
容顔青し
五月雨


Kami haete
yogan aoshi
satsuki ame



Domenica 14 Giugno 2020

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)

Montagne remote
specchiate negli occhi
delle libellule

遠山が
目玉にうつる
蜻蛉かな

Tooyama ga
medama ni utsuru
tonbo kana



L’illustrazione è realizzata dall’artista e illustratrice Niloufar Bahramiyan



Domenica 7 Giugno 2020

Autore: Yosa Buson 与謝蕪村  (1716-1784)

Ho fatto del mio braccio un cuscino,
e amo il mio corpo,
nel vago chiarore lunare

手枕に
身を愛す也
おぼろ月

Te makura ni
mi wo aisu nari
oboro zuki 



Domenica 31 Maggio 2020

Autore: Yosa Buson 与謝蕪村  (1716-1784)

Si mescolano
il lago e il fiume
nella pioggia di primavera

池と川
ひとつになりぬ
春の雨

Ike to kawa
hitotsu ni narinu 
haru no ame 


Oltre a essere uno dei poeti più rappresentativi dell’haiku, Yosa Buson era anche un pittore. Questo paesaggio primaverile 「春景山水図」 “shunkei sansuizu” è una delle sue opere.



Domenica 24 Maggio 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)

La notte di primavera è finita.
Sui ciliegi
sorge l’alba.

春の夜は
桜に明けて
しまひけり
 
Haru no yo wa
sakura ni akete
shimahi [shimai] keri




Domenica 17 Maggio 2020

Autrice: Fukuda Chiyo-ni 福田 千代尼 (1703 -1775)

Lungo la corda del pozzo
si è avvolto un convolvolo,
andrò a chiedere l’acqua alla vicina

朝顔に
つるべとられて
もらひ水

Asagao ni
tsurube torarete
morahi [morai] mizu



Nota: Il convolvolo, conosciuto anche con il nome di “vilucchio”, è simbolo della fugacità della vita. In giapponese si chiama “Asagao” 朝顔 ( = volto del mattino), proprio per la breve durata dei suoi fiori

Domenica 10 Maggio 2020

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


All’ombra dei fiori
nessuno
è straniero

花の陰
あかの他人は
なかりけり

Hana no kage
aka no tanin wa
nakari keri



Domenica 3 Maggio 2020

Autore: Masaoka Shiki 正岡子規 (1867-1902)

Giorno di primavera:
si perde lo sguardo in un giardino
largo tre piedi

三尺の
庭をながむる
春日かな

Sanjaku no
niwa wo nagamuru
haruhi kana