L’Haiku della settimana

L’Haiku della settimana

Gli haiku 俳句 sono brevi componimenti poetici nati in Giappone nel diciassettesimo secolo. Sono caratterizzati da una struttura in 3 versi e rappresentano l’essenza della cultura giapponese. Con pochi termini esprimono concetti profondi, emozioni e sensazioni evocate dal momento che si descrive.

In collaborazione con Piedi Nudi Associazione di Promozione Sociale, ogni domenica vi proponiamo un haiku dedicato alla stagione in corso o a temi attuali.
Buona lettura!


Domenica 24 Maggio 2020

Autore: Matsuo Bashō 松尾芭蕉 (1644-1694)

La notte di primavera è finita.
Sui ciliegi
sorge l’alba.

春の夜は
桜に明けて
しまひけり
 
Haru no yo wa
sakura ni akete
shimahi [shimai] keri



Domenica 17 Maggio 2020

Autrice: Fukuda Chiyo-ni 福田 千代尼 (1703 -1775)

Lungo la corda del pozzo
si è avvolto un convolvolo,
andrò a chiedere l’acqua alla vicina

朝顔に
つるべとられて
もらひ水

Asagao ni
tsurube torarete
morahi [morai] mizu


Nota: Il convolvolo, conosciuto anche con il nome di “vilucchio”, è simbolo della fugacità della vita. In giapponese si chiama “Asagao” 朝顔 ( = volto del mattino), proprio per la breve durata dei suoi fiori

Domenica 10 Maggio 2020

Autore: Kobayashi Issa 小林一茶 (1763-1828)


All’ombra dei fiori
nessuno
è straniero

花の陰
あかの他人は
なかりけり

Hana no kage
aka no tanin wa
nakari keri


Domenica 3 Maggio 2020

Autore: Masaoka Shiki 正岡子規 (1867-1902)

Giorno di primavera:
si perde lo sguardo in un giardino
largo tre piedi

三尺の
庭をながむる
春日かな

Sanjaku no
niwa wo nagamuru
haruhi kana